Start a new group Find groups

LOGIN

×

Debito, aumento choc dallo scoppio della crisi. Siamo a quota 244mila miliardi

La grande crisi finanziaria che ha sconvolto l'ultimo decennio, ha portato alcune conseguenze positive ed altre negative, per il mondo finanziario. Soprattutto riguardo alla dimensione e distribuzione del debito.

Debito in aumento nell'ultimo decennio

debitoDi buono c'è stata la regolamentazione più stringente che ha colpito le banche, costrette a cambiare registro dopo gli eccessi che avevano causato la crisi stessa. Oggi gli istituti di credito hanno dei bilanci meno incerti e più solidi (quanto in realtà, è difficile dirlo). Non si può dire la stessa cosa delle società non finanziarie. Per loro il debito è cresciuto notevolmente, tanto che a livello globale è passato in 10 anni da 27mila a 72mila miliardi di dollari.

Per rendere l'idea di quanto sia grande questa montagna di debito, si può dire che esso è equivalente al 92% del Pil globale, secondo quanto dichiara il rapporto sul debito globale pubblicato dall'Institute of International Finance. Se consideriamo la somma del debito di famiglie, imprese, banche e Stati, allora il totale arriva a 244mila miliardi di dollari (318% del Pil globale).

Il rapporto dell'associazione di Washington però evidenzia un'altra cosa interessante: nel corso degli ultimi 10 anni, il debito è stato alimentato soprattutto da Stati e imprese (addirittura per il 75%), meno invece dalle famiglie. Cosa altrettanto interessante: nei paesi sviluppati la crescita del debito è stata innescata soprattutto dagli Stati, mentre nei paesi emergenti soprattutto dalle imprese.

Il caso della Cina

Tra i paesi emergenti viene classificata anche la Cina, la cui economia ha marciato forte i questi anni proprio grazie alla benzina del debito. Il guaio è che la benzina prima o dopo deve finire (e infatti il sistema economico cinese sta attuando una conversione profonda), e questo fa rallentare la corsa (che infatti sta frenando). E con la macchina che non va, il rischio che molte imprese finiscano in insolvenza diventa elevatissimo. Del resto lo scorso anno un'impennata dei default tra le aziende private c'è già stato. Segnale preoccupante che viene monitorato con attenzione dalle autorità della Repubblica Popolare cinese. Ma secondo molti analisti, il fatto che questo debito sia detenuto principalmente da banche sotto il controllo pubblico, ridocono il rischio di una crisi che potrebbe contagiare l'economia mondiale.

Added by helena ricci on 22 Jan 2019 at 05:22 PM | Comments (0)
| |
Previous comments...
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. Learn more