Start a new group Find groups

LOGIN

×

Brexit, si preannuncia un'altra battaglia sulle somme che Londra dovrebbe pagare alla UE

Come se non bastassero i problemi per raggiungere un accordo sulla Brexit, Londra e Bruxelles si promettono già battaglia sul conto che il Regno Unito dovrebbe pagare per aver partecipato all'Unione.

La battaglia sui 39 milioni di sterline

brexitSecondo Bruxelles, che ci sia un divorzio con accordo o senza, il conto che presenterà andrà pagato in ogni caso. A chiarirlo è stata la portavoce della Commissione Europea, Mina Andreeva. “Tutti gli impegni presi dai 28 stati membri devono essere rispettati. Ciò vale anche e in particolare nell’eventualità di uno scenario no deal Brexit". A prescindere dall'esito delle trattative per la Brexit, l'Unione europea vuole quindi che la Gran Bretagna adempia agli impegni finanziari presi quando faceva parte del blocco Ue.

Di diverso avviso invece è il nuovo premier britannico Boris Johnson, secondo il quale un'uscita senza accordo farebbe cadere da parte di Londra ogni obbligo pattuito dal suo predecessore per il divorzio. E non si tratta di un obbligo da poco, visto che il conto da pagare alla UE si aggira sui 39 miliardi di sterline. "Se usciremo senza un accordo - ha detto il premier britannico - è certamente vero che i 39 miliardi di sterline non sono più, a rigor di termini, dovuti. Ci saranno somme molto consistenti disponibili per il nostro Paese da spendere per le nostre priorità. Non è una minaccia. E' una semplice realtà di fatto".

Trump spalleggia Johnson

Johnson, che ha promesso di portare la Gran Bretagna fuori dall’Unione Europa il 31 ottobre ad ogni costo, vorrebbe chiudere il Parlamento britannico per almeno cinque settimane, per evitare che decida una proroga della Brexit. Nel frattempo ha già trovato una spalla importante, Donald Trump.

Intanto la UE ha chiarito che al di là delle possibili implicazioni legali cui Londra andrebbe incontro, "saldare i conti è fondamentale per instaurare una nuova relazione con il piede giusto, sulla base di una fiducia reciproca”.

Added by helena ricci on 26 Aug 2019 at 11:23 PM | Comments (0)
| |
Previous comments...
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. Learn more