Empieza un nuevo grupo Encontrar grupos

INICIAR

×

Standard Proposal Elaborato del GRUPPO AMBIENTE. 2

No hay fechas de voto establecido, póngase en contacto con los administradores para elegir una fecha. ×
Questo programma è stato redatto dal gruppo di interesse sull'AMBIENTE partendo dal programma omonimo presentato a Musile precedentemente e calato nella realtà sandonatese.
Per arrivare a ciò in modo partecipato il gruppo ha deciso di creare una pagina FB per migliorare la comunicazione tra i partecipanti, assodato che il MU è inadatto a questo scopo.
Gli iscritti a tale pagina erano 37.
Le proposte poi venivano discusse ed approvate nelle riunioni aperte a tutti gli iscritti al MU.
Ora ve lo proponiamo per un'ulteriore valutazione.
Restituire a San Donà di Piave un ambiente naturale degno di tale nome.

Solution 1:

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE E VERDE PUBBLICO

Istituzione di un Parco di interesse locale lungo il basso corso del fiume Piave.

Ripristinare in terra battuta il percorso ciclopedonale lungo il Piave in alcuni tratti eroso dalle piene.

Riduzione del rischio di alluvione provvedendo a ripristinare l’escavo regolamentato del fondale del suddetto fiume. Operazione da effettuare fino alla foce e perciò in collaborazione dei comuni di Eraclea e Jesolo, per evitare di ottenere l’effetto opposto. Monitoraggio della realizzazione delle opere di messa in sicurezza di maggiore entità più a monte.

Per assicurare la sicurezza dei sempre più numerosi cittadini che praticano sport all’aria aperta anche nella stagione venatoria: mountan bike, jogging, walking, pesca, birth watching, istituire il divieto di caccia sui territori comunali frequentati dai cittadini a tali scopi.

Rovesciamento delle priorità urbanistiche: priorità ai servizi ai cittadini ed alla qualità della vita e non alle esigenze dei costruttori e degli investitori immobiliari.Fermare il consumo di territorio bloccando le concessioni edilizie per i nuovi fabbricati fino a quando non si riducano almeno dll’80 % gli alloggi sfitti o invenduti, con eccezione degli ampliamenti permessi dal Piano Casa. Rendere possibile il cambio d’uso delle aree industriali dismesse in aree di edilizia residenziale.

Tutti gli interventi dovranno rispettare il principio: “cercare di sfruttare al massimo ciò che già esiste fermando il consumo di territorio”; in modo da privilegiare la ristrutturazione e il recupero del patrimonio edilizio esistente.

Tendere all’autosufficienza alimentare permettendo la piantumazione da parte dei cittadini di alberi da frutto in zone apposite dei parchi pubblici, realizzando orti urbani per inoccupati e fasce deboli e incentivando la permacoltura.

Sostituire parte dei parcheggi nelle vie centrali della città con alberi muniti delle apposite grate di infiltrazione dell’acqua, compensandoli con il servizio di minibus non inquinanti dai parcheggi periferici.

Imboschimento delle rotonde di grandi dimensioni, piantumazione di alberi nelle altre.

Prevedere zone del verde pubblico da non sfalciare in modo da ricreare gli habitat della microfauna selvatica ormai completamente distrutti eventualmente in collaborazione con associazioni locali.

Realizzare schermi di insonorizzazione vegetali sempreverdi lungo le strade, ove necessario e possibile.

Completare l’accesso ciclopedonale al Parco F. Fellini. Attivare perciò la chiamata pedonale del semaforo già esistente da molti anni di fronte ai Vigili del fuoco e realizzare la pista lungo il canale che conduce al Parco. Realizzare un nuovo accesso pedonale al Parco Fluviale da via Cesare Battisti utilizzando la scaletta sull'argine già esistente in corrispondenza dell'intersezione con via Inferiore e provvedendo ai relativi attraversamenti pedonali. Rendere fruibile dai pedoni anche l'ingresso a valle esistente realizzando le striscie pedonali in sua corrispondenza.

Ampliare il Verde Pubblico, realizzare boschetti sul modello del Parco F. Fellini anche in altri parchi cittadini . Alberare le zone gioco e le panchine assolate anche per evitare che gli scivoli in metallo diventino incandescenti d’estate.

Ripristinare l’approvvigionamento idrico del laghetto del Parco F. Fellini.

Portare a termine il Piano Generale del Traffico Urbano compresa la pedonalizzazione prevista, con estensione sperimentale, nei fine settimana, in via XIII Martiri fino al Don Bosco ed in via Giannino Ancillotto fino a p.zza IV Novembre. Il tutto in concomitanza con eventi, manifestazioni ed artisti di strada.Porre maggiore attenzione all’efficienza energetica degli edifici per il contenimento della spesa e dell'inquinamento.Chiudere ai veicoli non residenti via Canale Navigabile e Borgovecchio.

Individuazione, indagine, informazione alla cittadinanza e possibilmente bonifica delle numerose aree nel sandonatese oggetto di sversamenti, interramenti e discariche illegali .

Supporto e monitoraggio delle associazioni che difendono e aiutano lo sviluppo del nostro territorio.

Adesione collaborativa alla campagna di “Salviamo il Paesaggio”.

Adesione e promozione alla cittadinanza dell’iniziativa “Decoro Urbano” (www.decorourbano.org);

Eventuali opere pubbliche dovranno essere realizzate nel rispetto delle aree verdi fruibili dai cittadini; la costruzione e/o ristrutturazione di edifici pubblici esistenti dovrà rispettare i criteri di bioedilizia.

Indispensabile coinvolgimento dei cittadini per stabilire le priorità nell’assegnazione delle risorse per le strutture ed anche per la manutenzione di strade, giardini ed edifici pubblici.

Il capoluogo e le frazioni hanno eguale valore e rilevanza, ma non possedendo le stesse caratteristiche, necessitano di interventi mirati e consapevoli.

Nelle frazioni sono necessari per l’accesso ai servizi e per favorire uno sviluppo socio-culturale diffuso:
Collegamenti da e per il centro mediante piste ciclabili sicure.
Potenziamento dei collegamenti di trasporto pubblico.
Maggiore controllo e manutenzione delle strade anche non di proprietà comunale.
Realizzazione di rete internet veloce che favorisca la possibilità imprenditoriale, il diritto all'informazione e alla fruizione dei servizi telematici per la cittadinanza.
Más recientes | Más evaluadas

Cargando contribuciones, por favor espere...

Marca la contribución

Usted puede señalar a los redactores de la propuesta que este aporte no contiene información relevante para encontrar una solución a la propuesta de.
Si la contribución es señalada 3 tiempo, los redactores de la propuesta pueden borrarlo de la discusión y colocarlo en la carpeta de "ruido".

Non attinente alla discussione o non costruttivo
Duplicato

Informe de la contribución

Usted puede señalar al webmaster que esta contribución viola las leyes actualmente en vigor.
Una vez comprobada la infracción la contribución se eliminara. No abusar de esta herramienta.

Contenuti commerciali o spam
Pornografia o materiale a carattere esplicitamente sessuale
Incitamento all'odio o violenza
Materiale protetto da copyright
×
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies Text Learn More